La semina del mattino 1457. «Ma ora, Signore, nostro Dio, salvaci dalla sua mano, perché sappiano tutti i regni della terra che tu solo, o Signore, sei Dio» (2Re 19,19). La sequenza liturgica delle letture presenta oggi Ezechia, re di Giuda (716-687) che si trova in grave difficoltà per via di una lettera intimidatoria a […]

Continue reading

La semina del mattino 1455. «L’amore del Cristo ci possiede. Cosicché non guardiamo più nessuno alla maniera umana. Se uno è in Cristo, è una nuova creatura» (2Cor 5,14-17). Dopo aver narrato le speranze e le tribolazioni derivanti dall’esercizio del suo ministero, l’Apostolo Paolo nella seconda lettera ai Corinti, presenta la situazione dell’uomo interiore e […]

Continue reading

La semina del mattino 1454. «Il Signore mandò loro profeti perché li facessero ritornare a lui. Questi testimoniavano contro di loro, ma non furono ascoltati» (2Cr 24,19). Si deve a S. Girolamo la definizione di «Cronache di tutta la storia divina» del libro che in ebraico era detto «Libro delle parole e dei giorni» e […]

Continue reading

La semina del mattino 1453. «Egli ci toglie quello che prima ci aveva dato solo per riporlo in un luogo più sicuro e inviolabile e per ornarci di quei beni che noi stessi sceglieremmo» (Dalla lettera alla madre). Si celebra oggi la memoria di S. Luigi Gonzaga (1568-1591) che concluse la sua vita giovanissimo, ad […]

Continue reading

La semina del mattino 1452. «Tu sei stato designato a rimproverare i tempi futuri, per placare l’ira prima che divampi, per ricondurre il cuore del padre verso il figlio (Sir 48,10). Prontamente la Liturgia riporta il riferimento biblico che amplifica la già nota vicenda di Elia e lo qualifica come uno dei personaggi più importanti […]

Continue reading

La semina del mattino 1451. «Elìa salì nel turbine verso il cielo. Elisèo guardava e gridava: Padre mio, padre mio, carro d’Israele e suoi destrieri! E non lo vide più» (2Re 2,11-12). La conclusione del ciclo di Elia viene documentato all’inizio del Secondo Libro dei Re. Dopo aver esercitato il suo ministero ed aver designato […]

Continue reading

La semina del mattino 1450. «Ti ho trovato, perché ti sei venduto per fare ciò che è male agli occhi del Signore. Ecco, io farò venire su di te una sciagura e ti spazzerò via» (1Re 21,20-21). La Parola di Dio contro Acab e Gezabele, affidata alle labbra coraggiose di Elia è dura e conclusiva. […]

Continue reading

La semina del mattino 1449. «Su, prendi possesso della vigna di Nabot di Izreèl, il quale ha rifiutato di dartela in cambio de denaro, perché non vive più, è morto» (1Re 21,15). La predicazione e l’opera profetica di Elia viene fortemente contrastata dall’infedele re Acab, dominato da sua moglie, la fenicia Gezabele che aveva introdotto […]

Continue reading

La semina del mattino 1448. «Un ramoscello io prenderò dalla cima del cedro, dalle punte dei suoi rami lo coglierò e lo pianterò sopra un monte alto d’Israele» (Ez 17,22). Il libro di Ezechiele, il terzo dei profeti maggiori, si presenta bene ordinato e si divide in quattro parti principali, la prima delle quali contiene […]

Continue reading